La Turchia ha accettato l’offerta dell’Italia

Il ministro degli Esteri Çavuşoğlu ha partecipato alla riunione ministeriale sull’invito all’azione per la sicurezza alimentare globale ospitata dal Segretario di Stato americano Blinken a New York. Ringraziando il suo omologo americano Blinken per questa iniziativa, Çavuşoğlu ha dichiarato: “Il mondo sta affrontando una crisi di fame. L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che più di 800 milioni di persone soffrono ancora la fame. I conflitti sono di gran lunga la causa principale di questa situazione. % vive in zone di conflitto. Ogni nuovo conflitto innesca una nuova ondata di carestia. In particolare, il conflitto russo-ucraino e l’aggressione russa rappresentano una grande sfida, poiché i due paesi sono i principali fornitori di cibo del mondo. Abbiamo bisogno della cooperazione internazionale affinché questa guerra non aggravi la crisi della fame. Questo è un altro motivo per cui dobbiamo lavorare insieme per la risoluzione pacifica dei conflitti”, ha affermato.

TURCHIA COPRESIDENTE DEL DIALOGO MINISTERIALE DEL MEDITERRANEO

Çavuşoğlu ha dichiarato: “C’è un approccio umanitario al centro delle nostre politiche. Questo approccio è valido anche nelle crisi che affrontiamo oggi. Facilitiamo le operazioni umanitarie guidate dalle Nazioni Unite dalla Turchia sia per il posizionamento del personale che per la distribuzione degli aiuti. per garantire la sicurezza alimentare, l’approccio umanitario del Segretario generale (Antonio Guterres) “Sosteniamo gli sforzi per creare corridoi. Stiamo lavorando con l’ONU per garantire il passaggio sicuro delle navi ucraine che trasportano grano. tutte queste questioni umanitarie”, ha detto.

Accogliendo favorevolmente l’iniziativa dell’Italia di istituire un Dialogo ministeriale mediterraneo sulla sicurezza alimentare, Çavuşoğlu ha dichiarato: “Seguiremo l’evento su invito del mio caro amico Ministro Luigi Di Maio”.

Çavuşoğlu ha continuato il suo discorso come segue:

“Nonostante tutti questi sforzi, sappiamo che c’è ancora molto da fare. Oggi sono felice di annunciare che la Turchia attuerà un pacchetto di misure in 6 punti a sostegno dell’invito all’azione globale per la sicurezza alimentare. Forniremo assistenza con semi e competenze tecniche. Riaffermiamo e rafforziamo la nostra cooperazione con le organizzazioni internazionali”.

“LA TURCHIA È PRONTA AD AGIRE”

Çavuşoğlu ha dichiarato: “A causa della massiccia carestia nell’Holodomor nel 1932 e nel 1933, circa 8 milioni di persone hanno perso la vita in Ucraina e circa 10 milioni nella regione. Tuttavia, la carestia non ha posto né giustificazione nel 21° secolo. Le azioni abbiamo gettato le basi perché oggi attenuerà gli effetti della crisi emergente: “Migliorerà l’agricoltura e salverà vite. La Turchia è pronta, disponibile e sostiene la Roadmap for Global Food Security – Call to Action”.

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.