Divieto di trasferimento Big 3 – BÜLENT TİMURLENK

Mentre i dirigenti di Galatasaray, Fenerbahçe e Beşiktaş sono riluttanti a vendere calciatori ai loro rivali storici, i giocatori non possono spostarsi dai loro posti a causa del contraccolpo dei tifosi.

A testa Guardiamo lo stesso film durante la finestra di trasferimento. Uno dei Big 3 aspira a un calciatore in Europa e l’altro, a volte tutti e tre, fa un’offerta. In tali casi questi club le amministrazioni suonano il campanello certo. L’ultimo esempio è Fenerbahçe e Galatasaray, che hanno gareggiato per William Carvalho, che ha giocato al Real Betis. Di più Dopo Cerca questi 3 club con redditodurante per molti anni direttamente non c’è trasferimento.

Sebbene le amministrazioni siano riluttanti a vendere giocatori di football ad acerrimi rivali, ovviamente, i giocatori non possono lasciare i loro posti a causa del potenziale contraccolpo sui social media dei loro ex fan, che lo percepiscono come un tradimento. Questo è tutto Per questo molti giocatori stranieri Modulo per le squadre di Istanbul quando vanno all’estero dall’altra parte dell’eterna rivalità firmano. Come Josef de Souza, Bruma e decine di altri. Tuttavia, tra i 3 grandi club, uno manca e l’altro è in eccesso. Nessuno pensa alla formula di scambio.

DECISIONE DI FUORIGIOCO NEL MEZZO SECONDO
Certo, nella stagione in cui il VAR è stato introdotto per la prima volta in Italia, le cose non sono andate bene, come è successo con noi. A causa degli arbitri costantemente chiamati allo schermo, il gioco veniva spesso interrotto e le partite venivano giocate in cui erano previsti più di 2 minuti per posizioni di fuorigioco. A quel tempo, il leggendario portiere della Juventus Buffon, “Stiamo giocando a calcio, pallanuoto? Questo gioco è sempre non può essere riprodotto mentre è fermo” si era ribellato. Certo, non solo in Italia, ma in tutti i paesi, arbitri e tecnici VAR hanno fatto esperienza, il gioco si è fermato meno. Agli arbitri sono stati richiesti meno per schermo. Ma la tecnologia ha ancora qualcosa da dire.

Non c’è niente che possano fare per il monitoraggio della posizione che richieda la discrezione dell’arbitro. L’importante qui è riflettere l’immagine presa dalla giusta angolazione sullo schermo nella stanza del VAR e aiutare l’arbitro a prendere una decisione il prima possibile. Ma quando si tratta di fuorigioco non c’è niente da godere. Durante la Coppa del Mondo del Qatar 2022, gli appassionati di calcio incontreranno il sistema VAR semiautomatico. In questo sistema, oltre alle telecamere che trasmettono in diretta, ci saranno 12 telecamere disposte a uguale distanza dai lati del campo. L’intelligenza artificiale, invece, rivelerà i movimenti dei giocatori, i valori da 29 punti del loro corpo e le palle con chips all’interno, entro mezzo secondo se la posizione è fuorigioco davanti all’arbitro del VAR.

Nell’altra metà del sistema semiautomatico, ovviamente verificherà e confermerà il risultato in arrivo Ci sarà un arbitro VAR. Nel sistema VAR semiautomatico La maggior parte delle decisioni da una posizione di fuorigioco È pensato per riflettersi sullo schermo entro 20 secondi. Questa Per la tecnologia da applicare a livello di lega, ciascuno La federazione deve mettere mano in tasca. con 12 telecamere acquista la configurazione e il programma che elabora l’immagine in arrivo devono prendere.

OLIMPICO DI LIONE PASSATO AL PRESENTE
Erano passati 15 anni da quando il presidente Aulas ha acquistato il club quando il Lione ha vinto il suo primo titolo in Francia. Dopo questo campionato nel 2002, l’Olympique Lione è diventato campione 6 volte di seguito. 10 anni dopo di lui, il PSG avrebbe anche posto fine alla competizione nel calcio francese. Ma Jean-Michel Aulas club ben organizzato con infrastruttura e sistema di tracciabilità il paese ha bruciato il calcio. Milioni dalla Champions League ogni stagione, milioni dalle vendite di Essien, Abidal, Diarra, Ndombele, Mendy e, naturalmente, Karim Benzema… Nel nostro paese, il compianto İlhan Cavcav è stato soprannominato “il presidente che conosce il calcio meglio”. È così che Aulas è diventato noto in Europa nel corso degli anni. La sua differenza però è stata scegliere allenatori promettenti, lavorare con persone in cui credeva nel calcio, insomma costruire correttamente l’organigramma.
Il Lione non si è assicurato un biglietto per la Champions League nelle ultime 2 stagioni. dopo il 2010 della pandemia nel 2020 quando ha spazzato il mondo 2 volte in Champions Sono arrivati ​​alle semifinali. Essere alla guida di un club per 35 anni è forse l’argomento di un libro, non un articolo in sé. L’Olympique Lyon cadrà presto nelle mani dei gruppi di investimento americani. Il club francese non ha intenzione di spendere molto per il trasferimento. Ma ancora, colui che conosce il mestiere, colui che brandisce una spada. Hanno restituito Tolisso al Bayern Monaco per 42 milioni nell’estate del 2017 e Lacazette, che hanno venduto all’Arsenal per 53 milioni di euro, senza pagare un centesimo. nel calcio i soldi sono importanti ma la tua mente è denaro è ovvio che è stato picchiato.

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.