Nedim Şener ha spiegato uno per uno all’artista italiano il vero volto di FETO: hanno usato te, non la vittima che hai disegnato.

Conosciuto per i suoi disegni sulle violazioni dei diritti umani, l’artista italiano Gianluca Costantini ha dipinto l’addio di Mustafa Enis Durak, che è stato mandato nella prigione di Şakran dopo essere stato detenuto all’aeroporto di Izmir, sul muro di via Leblebici a Beyoğlu.

Costantini ha condiviso il suo lavoro sul suo account Twitter. “Mustafa Enis Durak e sua madre per le strade di Istanbul” condiviso con nota.

NEDİM ŞENER CI DICE LA VERITÀ DI FETÖ UNO PER UNO

Il giornalista Nedim Şener ha reagito all’artista italiano sul suo account sui social media. Sener stesso, “Dipingo persone i cui diritti umani sono stati violati. Ma questo non significa che faccia parte di nessuna organizzazione o movimento”. Ha spiegato a Costantini il vero volto dell’organizzazione terroristica FETO, che si è difeso con le sue parole.

Nedim Şener ha utilizzato le seguenti affermazioni:

“Tu non sai dell’organizzazione terroristica Fetullah, responsabile dell’omicidio del giornalista Hrant Dink e che ha compiuto il tentativo di colpo di stato il 15 luglio. Quella che hai disegnato non è la vittima. È un membro della FETO fuggito all’estero con una falsa identità. Ti hanno usato. Come è apparso istantaneamente il tuo disegno sul muro di Beyoğlu?

L’organizzazione terroristica Fetullah, di cui fa parte la persona che stai disegnando, non ha nulla a che fare con convinzioni, idee o opinioni politiche. Commette bugie, calunnie, cospirazioni, omicidi, tradimenti, tentativi di colpo di stato militare e svolge anche il ruolo di “vittima”. Vorrei incontrarmi e dirtelo il prima possibile.

Ad esempio, questo è il sito web operativo dell’organizzazione terroristica Kronos Haber Fetullah. Abuseranno della tua dichiarazione ai membri dell’organizzazione tutto il giorno. Per favore, fai attenzione a chi ti ha inviato questa immagine e ti ha chiesto di disegnarla. Hanno usato altri stranieri prima”

CHI È MUSTAFA ENIS DURAK?

Sono stati rivelati i legami organizzativi di Mustafa Enis Durak, che è stato arrestato a Smirne e i cui account FETOisti sui social media stavano diffondendo propaganda come “studente innocente”.

Mentre Durak era uno studente della Izmir Maltepe Military High School, fu espulso dalla scuola dopo il tentativo di colpo di stato del 15 luglio. È stato stabilito che lo studente FETO è stato chiamato 5 volte dalle linee di pagamento nel 2014.

I membri confessati della FETO hanno affermato che Durak ha visitato i fari della FETO e ha partecipato a gruppi di chat affiliati a imam privati ​​con nome in codice “Yusuf” e “Kenan” quando era uno studente militare. A seguito dei rilievi e delle dichiarazioni riguardanti la stazione, il 10 dicembre 2021 è stata intentata una causa pubblica. Si è deciso di arrestare Durak, che è stato rilasciato fino al processo, alla prima udienza del 14 aprile. Dopo aver contestato la sua detenzione, è stato rilasciato il 21 aprile dalla 21a Alta Corte Penale di Smirne con la motivazione che era uno studente universitario, aveva una residenza fissa e aveva partecipato alle udienze del tribunale.

SAREBBE FATTO IN BELGIO

Durak di FETO non ha partecipato alla seconda udienza tenutasi il 10 maggio. Durak, un membro di FETÖ, condannato a 7 anni e 15 mesi di carcere per “appartenenza a un’organizzazione terroristica armata” ed è stato arrestato in sua assenza, è stato detenuto all’aeroporto di Smirne Adnan Menderes alle 22:30 del giorno della sua prigione sentenza, portando un passaporto falso con il nome “Ahmet Yılmaz”. Fu sorpreso a scappare. Durak, arrestato il giorno prima per il reato di “falsi documenti ufficiali” e per la pena detentiva inflitta, è stato mandato in carcere.

Sfruttamento FETO: Non era innocente

ORDINE DEL GIORNO

Sfruttamento FETO: Non era innocente

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.