Chi indossa il bikini nelle principali località turistiche italiane sarà multato

Secondo le notizie dell’Agenzia Anadolu;

ROMA (AA) – A Sorrento, una delle principali località turistiche d’Italia, il comune ha vietato ai turisti di girare in bikini e nudi, adducendo comportamenti inappropriati dei villeggianti giunti in città, e multato chi non si attiene.

Secondo quanto riportato dalla stampa italiana, il sindaco Massimo Coppola ha affermato di aver stabilito una tale regola perché i turisti che vengono in città per passeggiare in bikini e nudi fuori dalla spiaggia danno fastidio alla gente del posto e provocano un aspetto trasandato. .

Nella città, che di volta in volta ospita anche vertici internazionali, è stato chiarito che questa norma mira a migliorare la qualità della vita negli spazi pubblici e anche a prevenire disordini tra residenti e visitatori.

È stato chiarito che chi non rispetta la norma potrebbe essere multato da 25 a 500 euro. In città, il controllo delle regole sarà svolto dalla polizia municipale.

Come Sorrento, anche il comune di Tropea, nel sud del Paese, è multato dai 125 ai 500 euro per chi indossa bikini e costumi da bagno.

il paese da nord a sud; In molte stazioni, di Viareggio, Baia Domizia e Santa Margherita di Savoia, sono in vigore tali pratiche verso il galateo di strada.

Nel comune di Rapallo sono presenti cartelli che ricordano il dress code nelle strade.

Disclaimer legale:

Tutti i diritti di notizie pubblicate, rubriche, fotografie, serie di articoli e tutti i tipi di opere appartengono a Mirajans Medya İletişim Reklam Haber ve Prodüksiyon A.Ş. Anche mostrando la fonte, l’intera opera non può essere utilizzata senza un permesso speciale.

Noemi Bonucci

"Specialista di Twitter. Tipico imprenditore. Introverso malvagio. Secchione impenitente della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.