Usciremo dalle urne con un ampio margine.

Il presidente dell’MHP Devlet Bahçeli ha dato ieri alcuni messaggi importanti durante la riunione del gruppo del suo partito:
VEDI HANYA E KONYA: Che tipo di candidato ha l’alleanza Zillet in modo che non si esaurisca? Entrando nel tratto di casa, c’è un ritardo tattico deliberato dietro questo approccio sciolto, o è una fessura profonda che sembra dominare il tabellone nel formato 6+1? Lascia che eliminino i loro candidati, che vedano Chania e Konya. La democrazia è dominio dei militari, chi non ha la faccia per apparire in questa piazza non ha nemmeno il diritto di parlare.
LA NAZIONE NON FA UN CONTO: Non c’è immagine della Turchia nel nostro Paese come rivendicato dall’alleanza della disgrazia. Nessuna parola, nessuna affermazione è vera per le mentalità marce e distorte che lasciano la loro politica con bugie e ipocrisia. Il filo conduttore di chi visitava tre o cinque negozianti e ospitava sedizione, solo per dipingere gli occhi e creare l’immagine del lavoro, cadeva nella lancetta dei secondi. Immagini ordinate proiettate sulle telecamere, falsi teatrini di vittime messi in scena, affermazioni tattiche che abusano delle emozioni, dialoghi fittizi e ordinati non riescono a convincere nessuno. La nostra nazione non darà una taglia agli imbroglioni politici e ai falsari politici oggi o domani, come ha fatto ieri.
FERSAH SUPERERÀ IL 50%: Ovunque andiamo vediamo il fatto che nel 2023 l’Alleanza popolare uscirà con successo dalle urne con un ampio margine. Indipendentemente dal candidato che l’Alleanza Zillet tirerà fuori dal cilindro, il nostro presidente, il signor Recep Tayyip Erdoğan, sarà rieletto presidente con enorme forza di volontà, con una maggioranza di voti superiore al 50% per campionato.
POLITICA Cannibalismo: Mentre gli sforzi per la costruzione del “Corridor des Grains”, incarnati dall’attiva iniziativa del nostro Presidente, devono essere sostenuti, è ovvio per noi che il Presidente della Francia, insieme ai Primi Ministri di Germania e Italia , ha fatto un viaggio in treno a Kiev e ha voluto che in questa occasione fosse aperta una rotta per la Romania. L’opportunismo è anche cannibalismo politico.
CON CHI SEI? : È ovvio che i disgraziati politici che hanno creato paure virtuali nell’economia turca e hanno trasformato il chip in un cammello non potevano vedere da dove veniva il mondo e non avevano una mente così analitica e nazionale. Pur distinguendosi positivamente dal problema comune che il mondo ha attraversato, la Turchia si distingue nei settori degli investimenti, della produzione, delle esportazioni e dell’occupazione. L’Anatolia è un granaio, è possibile ridurre al minimo il riflesso della crisi alimentare su di noi producendo, sostenendo i nostri agricoltori ed espandendo le aree di coltivazione. Dico ai malvagi che esagerano i prezzi di patate e cipolle e infondono pessimismo nella nostra nazione, se avete coscienza spiegate da che parte state.

La SVEZIA, che la TUSIAD ha salutato, è la finanziatrice di Kandil
Il presidente del TÜSİAD ha lasciato il suo incarico e si è schierato con Svezia e Finlandia. Dovevamo tornare alle politiche tradizionali e siamo diventati più poveri. Qual è il paese di origine e di affiliazione di TÜSİAD? Sii nazionale per una volta, per una volta sostieni le tesi e le politiche legittime della Turchia. Parla in modo obiettivo, parla onestamente, parla come un uomo. Non essere pigro, se non puoi essere turco, almeno sii umano. La Svezia, che TÜSİAD saluta, è diventata il corridoio finanziario di Kandil. La foto dell’assassino di Imrali e gli stracci del PKK sono stati lanciati negli ultimi giorni sugli edifici governativi illuminati per mostrare il terrorismo, la TUSIAD ne è felice? Dirà qualcosa? Il fatto che le fotografie dei cannoni anticarro AT-4 di fabbricazione svedese nelle mani del PKK, insieme ai loro numeri di serie, siano mostrate ai loro interlocutori dalla mano del signor Hulusi Akar, è la prova di dove la fronte del tradimento e dell’ostilità è giunta.

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.