Tour in bicicletta Italia: dopo la tappa 19

Il 28enne ciclista olandese Koen Bouwman del team Jumbo-Visma ha vinto la 19a tappa del 105° Giro d’Italia in bicicletta. Bouwma ha vinto la seconda tappa di quest’anno dopo la settima tappa, mentre lo svizzero Mauro Schmid di Quick-Step Alpha Vinyl ha conquistato il secondo posto. L’italiano Alessandro Tonelli della Bardiani CSF-Faizane ha concluso la tappa al terzo posto.

Profilo della 19a tappaio

Ecco cosa è successo negli ultimi 50 chilometri della tappa 19:

A 50 chilometri dalla fine: le squadre Ineos Grenadiers e Bora Hansgrohe sono al lavoro in testa al gruppo. La differenza con il gruppo di fuga è 8:30.

Con 46 chilometri rimanenti: Un gruppo di Valter, Schmid e Bouwman resta in testa. Richie Porte, uno dei servitori più importanti di Richard Carapaz, si ritirò dal tour a causa di una malattia. È un peccato che abbia lasciato così l’ultimo grande giro della sua carriera. Per Carapaz mantenere la maglia rosa è diventato più difficile.

Con 44 chilometri rimanenti: Tonelli si unisce di nuovo a loro, catturando il gruppo di testa. Koen Bouwman è il giocatore più forte del girone di testa. Ineos Grenadiers, invece, aveva solo quattro persone rimaste in gara. (Sivakov, Tulett, Castroviejo e Carapaz)

Con 43 chilometri rimanenti: Koen Bouwman segna ancora una volta il massimo dei punti dalla vetta dell’arrampicata e garantisce matematicamente il costume da bagno del re delle montagne. Finché riuscirà a finire la gara, la maglia sarà sua.

36 chilometri rimanenti: Andrea Vendrame batte i quattro leader con il suo attacco in ricezione.

Con 28 chilometri rimanenti: Con Vendrame in gioco, la vittoria di questa tappa andrà a una di queste cinque. Il gruppo è in ritardo alle 7:20.

A 20 chilometri dalla fine: I cinque leader sono in testa al gruppo alle 6:40 e hanno solo un segmento di arrampicata davanti a loro.

Mancano 15 chilometri: Nella gara assoluta, Bora Hansgrohe e Ineos Grenadiers hanno quattro corridori ciascuno, mentre Bahrain-Victorious ha ancora cinque corridori. Continua la gara assoluta per Hindley, Carapaz e Landa.

A 10 chilometri dalla fine: Alessandro Tonelli è riuscito a vincere il premio al cancello dello sprint intermedio. I primi cinque gironi andranno alla tappa della vittoria. Il divario tra loro e il gruppo è ancora di circa 8 minuti.

Mancano 7 chilometri: Il gruppo di fuga ha iniziato la salita finale del Santuario Di Castelmonte.

Mancano 4 chilometri: I cinque ciclisti davanti aspettano il momento giusto per muoversi. Vendrame è più avvantaggiato degli altri se rimane nell’ultimo sprint.

Mancano 3 chilometri: Koen Bouwman è il primo ad attaccare.

2 chilometri a sinistra: Tonelli e Valter incalzano, Bouwman e Schmid reagiscono e recuperano, mentre Vendrame resta indietro. Tuttavia, quando il tempo è diminuito, Vendrame ha avuto la possibilità di recuperare il ritardo.

Ultimo miglio: I primi cinque sono sempre insieme e non c’è interruzione. Ci stiamo dirigendo verso il traguardo dello sprint a cinque. Dopo aver contattato Mauro Schmid all’ultima curva, Vendrame non è riuscito a prendere l’angolo. Koen Bouwman è stato il primo a tagliare il traguardo ed è alla sua seconda tappa quest’anno. In gara per la classifica generale, nonostante Carapaz e Landa provino ad attaccare, la gara si conclude senza alcuna differenza di tempo tra i tre.

Cosa è successo negli ultimi momenti della tappa:

Riassunto della 19a tappa:

I primi 10 gradi della 19a fase sono i seguenti:

Top 10 assoluto dopo la fase 19:

Il tour proseguirà oggi con la 20° tappa, che si svolgerà tra Belluno e la Marmolada, lunga 168 chilometri.

Profilo della fase 20

Scritto da: Yahya Kemal Dogan

Editore: Doga Productdul

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.