Super Mario voleva che fosse così

L’ex presidente, il “compagno” comunista Giorgio Napolitano, è diventato il primo presidente della storia italiana ad essere eletto per la seconda volta consecutiva, quando i partiti non hanno potuto concordare un nuovo nome in parlamento.

I partiti di sinistra e di destra non sono riusciti a concordare un nome per sostituire l’incumbent Sergio Mattarella. Silvio Berlusconi, ex presidente del Consiglio e figura colorita della politica italiana, si era già nominato, ma non gli è stato chiesto a causa del suo passato attivo con il “Bunga bunga” e delle sue condizioni di salute.

Nel frattempo, l’idea di ‘Che il nuovo presidente sia una donna per la prima volta’ non è stata ripresa. Tuttavia, gli italiani hanno pubblicamente espresso nei sondaggi di volere che il primo ministro Mario Draghi visiti il ​​palazzo. Tuttavia, i paesi dell’UE in particolare hanno suggerito che l’Italia rimanga al potere, ricordando che l’Italia aveva raggiunto una grande stabilità sotto Draghi e che questa doveva assolutamente continuare.

Intanto sono iniziate le votazioni. Si è riscontrato che i voti sono stati dispersi inconsapevolmente quando il parlamento non ha potuto nominare un candidato che potesse ottenere la maggioranza dei voti di 1009 delegati elettorali.

Anche le pressioni affinché Sergio Mattarella si candidi di nuovo sono rimaste inutili. Il presidente del Consiglio Super Mario Draghi è intervenuto quando il 7° scrutinio è fallito.

Dopo che Draghi ha dichiarato che sarebbe stato più vantaggioso per il Paese come Presidente del Consiglio e che aveva l’approvazione del Parlamento su questo tema, ha iniziato a persuadere esprimendo che se i voti inconcludenti continuano, potrebbe verificarsi una crisi. Ha elencato gli aspetti negativi di aver compiuto 80 anni al Mattarella e di essere stato al comando dell’Italia per altri 7 anni.

Nel frattempo, il fatto che i vertici del partito non riuscissero ancora a mettersi d’accordo su un nome riduceva seriamente i tempi. Una seconda mossa è arrivata da Draghi. Il coronavirus, che ha colpito il Paese, stava gradualmente aumentando il numero di casi e di morti. Occorreva prendere decisioni efficaci il prima possibile.

Tocca a Mario Draghi convincere per l’ultima volta Mattarella, che risponde: “Ho altri progetti in questa fase”.

Draghi ha rilasciato la prima dichiarazione dopo un lungo incontro bilaterale. “Abbiamo una grande notizia per gli italiani”, ha annunciato, annunciando che Sergio Mattarella ha accettato la sua candidatura per la seconda volta. Sergio Mattarella ha ripreso la carica di Presidente con 759 voti, superando i 505 necessari per essere eletto Presidente all’8° turno.

Dopo aver ammesso ancora una volta di avere altri progetti, Mattarella ha annunciato la sua permanenza al Palazzo, dicendo “Ma rispetto la scelta del Parlamento”.

Mario Draghi ha risolto magistralmente le elezioni presidenziali in stallo sia per se stesso, per il Parlamento e per gli italiani, non come politico, ma come burocrate.

-boyle-ricercato

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.