Sono stati rivelati i trojan che colpiscono maggiormente le app mobili finanziarie!

Le app finanziarie mobili sono prese di mira dai trojan… Secondo i dati del primo trimestre del 2022, sono stati determinati i trojan che colpiscono maggiormente le app finanziarie mobili. Sono stati rilasciati i risultati del monitoraggio di 639 app finanziarie che sono state violate e scaricate più di un miliardo di volte in totale. La Turchia è al 4° posto…

La soluzione a questa situazione è la consapevolezza dell’informatica finanziaria!

Le app finanziarie, comprese le app bancarie, sono tra le app mobili più attaccate al mondo. A causa delle pesanti misure di sicurezza nelle organizzazioni finanziarie, gli aggressori si sforzano di ottenere un maggiore accesso lato utente. I recenti attacchi volti ad ottenere informazioni tramite applicazioni finanziarie stanno infatti tornando a un metodo molto vecchio; il cavallo di Troia.

Sulla base dei dati del primo trimestre del 2022, sono stati determinati i Trojan che colpiscono maggiormente il mobile banking. Sono stati rilasciati i risultati del monitoraggio di 639 app finanziarie che sono state violate e scaricate più di un miliardo di volte in totale.

La Turchia è il quarto paese con il maggior numero di app finanziarie!

Su 639 richieste finanziarie valutate, la Turchia si è classificata quarta con 34 richieste. La forte infrastruttura tecnologica della Turchia nei settori della finanza e delle banche rafforza e rafforza giorno dopo giorno la sua posizione nel campo della fintech.

Gli Stati Uniti sono in cima alla lista con 121 domande, seguiti dal Regno Unito con 55 domande e l’Italia con 43 domande. Australia (33), Francia (31), Spagna (29) e Portogallo (27) seguono la Turchia, che viene dopo.

Teabot nel mondo, Octo in Turchia!

Nei primi tre mesi dell’anno, un Trojan chiamato TeaBot ha minacciato 410 applicazioni su 639. I Trojan Teabot, che sono l’incubo di molti paesi in tutto il mondo, prendono di mira gli utenti. Octo è stata la pratica finanziaria più minacciosa in Turchia.

Oltre a TeaBot (Anatsa) e Octo (Exobot), che prendono di mira le applicazioni finanziarie, altri importanti trojan bancari includono BianLian, Coper, EventBot, FluBot (Cabassous), Medusa, SharkBot e Xenomorph. I trojan denominati Octo e Medusa prendono di mira principalmente le applicazioni finanziarie in Turchia.

Allora come lo ottengono?

Mentre si nascondono dietro app apparentemente ben intenzionate, questi strumenti dannosi di accesso remoto sono progettati per prendere di mira le app finanziarie per truffare il dispositivo e prelevare fondi direttamente dai conti della vittima.

Inoltre, ha la capacità di eludere il rilevamento camuffandosi con applicazioni dannose. Pertanto, si concentra sul furto di dati come i movimenti chiave e le informazioni sull’identità registrate nei registri del computer. Sono anche noti per abusare delle autorizzazioni di accessibilità concesse.

Le informazioni vengono salvate inserendo l’ID e altre informazioni di accesso, molto simili all’immagine dell’applicazione finanziaria. Pertanto, i conti di individui e istituzioni sono aperti all’accesso degli aggressori.

IL RIMEDIO: LA CONSAPEVOLEZZA FINANZIARIA

Affermando che il settore finanziario in Turchia è diventato molto forte negli ultimi anni, la Turchia è al quarto posto nel mondo nel digital banking. Direttore Generale di BeyazNet Mehmet Fatih Zeyveli,

“Quasi tutti i flussi finanziari, dalle banche ai sistemi di pagamento, dalle azioni alle semplici transazioni, sono diventati digitali. Pertanto, gli utenti hanno guadagnato in comodità. Tuttavia, gli aggressori non restano a guardare. Stanno lavorando in modi nuovi e tutto il tempo. Dobbiamo capire i rischi di convenienza. Dobbiamo educare gli utenti. L’alfabetizzazione finanziaria non basta. È inoltre necessaria una formazione attiva sulla consapevolezza del rischio IT finanziario. disse.

Affermando che l’Ufficio per la trasformazione digitale della Presidenza svolge anche attività di sensibilizzazione alla sicurezza delle informazioni, Zeyveli ha sottolineato che le istituzioni finanziarie dovrebbero concentrarsi sulla consapevolezza della sicurezza delle informazioni piuttosto che sugli annunci. “Le tue informazioni sono al sicuro”.

Consigli importanti dall’esperto!

Evidenziando che i siti falsi sono tra gli strumenti di attacco dei cavalli di Troia più comuni, Fatih Zeyveli ha elencato i suoi consigli come segue:

  • Quando si scarica un’applicazione finanziaria, si tenga presente che l’editore è la società di cui si beneficia,
  • È necessario assicurarsi che l’indirizzo ricevuto nell’e-mail dalla banca o dall’istituto finanziario sia l’indirizzo ufficiale dell’istituto e se il collegamento fornito è reale senza fare clic su di esso,
  • In tutte le pagine in cui inserirai le tue informazioni, assicurati innanzitutto che l’indirizzo sia corretto,
  • Assicurati che sia presente un segno di lucchetto nella riga dell’indirizzo web delle pagine finanziarie,
  • Tieni presente che l’istituto finanziario da cui ricevi il servizio conosce le tue informazioni, se vengono richieste ulteriori informazioni, è necessario contattare l’istituto da cui ricevi il servizio.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.