Quanto è pericoloso il vaiolo delle scimmie? Notevole dichiarazione del ministro della Salute Koca

In una dichiarazione sul suo account Twitter, il ministro della Salute Fahrettin Koca ha affermato che il pubblico dovrebbe essere rassicurato sul vaiolo delle scimmie e ha affermato: “Questa malattia, che viene trasmessa dagli animali e talvolta infetta l’uomo, non provoca alcuna pandemia. È noto che i sintomi di solito si risolvono spontaneamente entro 2 o 3 settimane. La malattia non è stata scoperta nel nostro paese”, ha detto.

SPIEGAZIONE DEL MINISTERO DELLA SALUTE

La Direzione Generale della Sanità Pubblica del Ministero della Salute ha annunciato che la malattia del vaiolo delle scimmie (vaiolo delle scimmie) è oggetto di un attento monitoraggio e finora non sono stati osservati casi in Turchia.

Nella dichiarazione scritta, “Il vaiolo delle scimmie è una malattia zoonotica che ha origine da animali selvatici come roditori e primati e talvolta viene trasmessa all’uomo. È causata dal virus del vaiolo delle scimmie, che appartiene alla famiglia degli Orthopoxvirus La maggior parte dei casi umani è stata osservata in Africa occidentale e centrale, dove la malattia è endemica Può essere trasmessa per esposizione a grandi goccioline inalate La malattia è generalmente autolimitante e i sintomi di solito si risolvono spontaneamente entro 14-21 giorni Notifiche dal Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (ECDC) e altri È monitorato da vicino dalla direzione generale della sanità pubblica, dal dipartimento delle malattie infettive e dell’allarme rapido, che finora ha scambiato informazioni con i paesi dei punti focali internazionali”, ha affermato.

CHI HA CONFERMATO: 80 CASI IN 12 PAESI

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rilasciato una dichiarazione sul virus del vaiolo delle scimmie, che continua a diffondersi in tutto il mondo. Secondo la dichiarazione, “più di 80 casi di vaiolo delle scimmie sono stati confermati in almeno 12 paesi”.

L’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito (UKHSA) ha affermato che il virus del vaiolo delle scimmie è una rara infezione virale che di solito è lieve e la maggior parte delle persone guarisce entro poche settimane.

Nella sua precedente dichiarazione, l’OMS ha affermato che le affermazioni secondo cui il virus del vaiolo delle scimmie viene trasmesso sessualmente non sono chiare in questo momento.

Le virus Monkeypox a été détecté chez 1 personne en Angleterre, en Espagne, au Portugal, aux États-Unis, au Canada, en Suède, en Italie, en France, en Belgique, en Allemagne, en Australie, en Israël et plus récemment en Svizzero.

ALLARME ROSSO IN TUTTO IL MONDO

Facendo una dichiarazione dopo che il virus del vaiolo delle scimmie è stato rilevato in 80 persone in 12 paesi, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha dichiarato: “Prevediamo che il numero di casi aumenterà con l’aumento degli studi di rilevamento”. L’organizzazione ha affermato che i sintomi durano dalle 2 alle 4 settimane e il tasso di mortalità è compreso tra il 3 e il 6%.

Hans Kluge, direttore dell’OMS per l’Europa, ha dichiarato: “Con l’avvicinarsi dell’estate, temo che la diffusione accelererà a causa di grandi raduni, festival e celebrazioni.

Nella maggior parte dei casi, i sintomi scompaiono da soli, ma il virus può essere fatale per alcune persone. Questo virus rappresenta una minaccia maggiore per i neonati e le persone con un sistema immunitario indebolito. Nei casi più gravi si possono osservare infezioni della pelle, polmonite e infezioni agli occhi, che possono progredire fino alla cecità.

Monkeypox è stato osservato in 11 paesi africani dal 1970. Questi includono Benin, Camerun, Repubblica Centrafricana, Congo, Congo Democratico, Gabon, Costa d’Avorio, Liberia, Nigeria, Serra Leone e Sud Sudan.

Di solito il virus può essere visto in altri paesi a causa delle persone che viaggiano da quei paesi. I casi osservati in Europa, America e Australia nel maggio 2022 hanno costituito una straordinaria diffusione nella storia del virus. È stato notato che molti casi non erano collegati ai paesi africani.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, che da tempo valuta questo virus come un virus ad alta priorità, ha contattato i paesi in cui è stato osservato il virus per prevenire la diffusione del virus.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.