Mosaico utilizzato come tavolino da caffè, appartenente all’imperatore Caligola

Si credeva che il mosaico appartenente a una delle navi da diporto dell’imperatore Caligola fosse servito da tavolino da caffè in un appartamento di New York per 45 anni. L’opera, che è stata rispedita in Italia dalle autorità, è ora esposta in un museo vicino a Roma.

La mercante d’arte Helen Fioratti e sua moglie Nereo acquistarono il mosaico da una famiglia aristocratica italiana negli anni ’60 e in seguito lo usarono come tavolino da caffè nel loro appartamento di Manhattan per quasi 45 anni. R: Ernesto Ruscio/Getty Images

Dario Del Bufalo, un esperto italiano di marmi e pietre antiche, ha ascoltato per caso una conversazione scioccante a New York nel 2013. porfido Stava firmando copie del suo libro. Due persone che voltano le pagine del libro, II. Si imbatté nella fotografia di un mosaico romano scomparso verso la fine della seconda guerra mondiale. Qualcuno all’improvviso ha urlato: “Helen, questo è il tuo mosaico!” menzionato.

Un tempo parte della pista da ballo di una delle navi da diporto dell’imperatore romano Caligola, il capolavoro marmoreo fu scolpito nelle profondità del lago di Nemi negli anni ’30 e scomparve nel corso del decennio successivo. La mercante d’arte Helen Fioratti e sua moglie Nereo acquistarono il mosaico da una famiglia aristocratica italiana negli anni ’60 e in seguito lo usarono come tavolino da caffè nel loro appartamento di Manhattan per quasi 45 anni. presso Anderson Cooper Notizie CBS della rete televisiva 60 minuti Oggi il pezzo inestimabile è tornato in Italia, dove è stato recentemente esposto al Museo delle Navi Romane di Nemi.

(Chi era l’autoproclamato imperatore Caligola?)

dalla stessa rete televisiva. 60 minuti aggiuntivi Del Bufalo descrive la scoperta come un “evento su un milione”. Lo scienziato Del Bufalo ha riferito questo incidente alle autorità dopo aver incontrato Fioratti e il suo amico mentre firmavano un libro; Le autorità hanno sequestrato il mosaico nell’ottobre 2017 e lo hanno restituito al governo italiano.

“Mi dispiaceva molto per Fioratti, ma non potevo fare di più sapendo che il mio museo di Nemi è stato privato di questo pezzo migliore che è sopravvissuto a secoli di guerre e incendi e poi è caduto tra le mani di un mercante d’arte italiano e potrebbe finalmente tornare a il Museo. disse Del Bufalo. “Era l’unica cosa che sentivo di dover fare”.

I Fioratti acquistarono il mosaico “con buone intenzioni” in una vendita mediata da un poliziotto italiano, noto per il suo successo nel salvataggio di opere d’arte saccheggiate dai nazisti. Le autorità non hanno mai perseguito la coppia; La coppia si è anche rifiutata di resistere alla decadenza, anche se in realtà credevano di avere un legittimo diritto all’opera.

Stampa associata Colleen Long e Verena Dobnik dell’agenzia di stampa Fioratti hanno dichiarato nel 2017 che Fioratti ha descritto la vendita come un “acquisto innocente”.

“Siamo rimasti molto soddisfatti del mosaico che abbiamo acquistato”, ha affermato Fioratti. Egli ha detto. “Ci è piaciuto molto. È con noi da anni e la gente lo ha sempre elogiato.

Il sovrano Caligola, famoso per le sue tendenze violente e la propensione per i divertimenti stravaganti, aveva commissionato il mosaico per una delle sue stravaganti navi da diporto. Paul Cooper nel 2018 Scoprire Le gigantesche chiatte contenevano giardini, bagni e gallerie che facevano da sfondo alle feste galleggianti corrotte dell’imperatore sul lago di Nemi, a circa 30 chilometri a sud-est di Roma, come hanno riferito alla rivista scientifica. La nave più grande era lunga 73 metri; Ciò significa che ha all’incirca le stesse dimensioni dell’attuale Airbus A380.

I lavoratori avevano dissotterrato due delle chiatte da diporto di Caligula all’inizio degli anni ’30. Il relitto fu successivamente distrutto dall’incendio del 1944. A: Pubblico dominio tramite Wikimedia Commons

Il sindaco di Nemi, Alberto Bertucci, ha detto a marzo, quando l’opera è stata esposta al Museo delle Navi Romane, Stampa associata ai giornalisti Paolo Santalucia e Nicole Winfield, “Il mosaico dimostra quanto fossero importanti e pompose queste navi imperiali”. Egli ha detto. “Queste navi erano come edifici: non erano costruite per navigare, e affermavano la maestà di questo imperatore, che voleva mostrare la gloria dell’Impero Romano sotto di lui attraverso queste navi”.

Dopo l’assassinio di Caligola nel 41 d.C., le navi furono affondate, presumibilmente per cancellare ogni traccia del suo brutale governo. Rimasero nascosti sott’acqua fino a quando il dittatore italiano Benito Mussolini svuotò il lago alla fine del 1920. Negli anni successivi, i lavoratori tentarono di recuperare i manufatti, incluso il mosaico, oltre a due enormi pezzi di detriti. New York TimesSecondo , un incendio nel maggio 1944 distrusse il museo costruito per esporre i reperti; ridusse in cenere le preziose navi dell’imperatore.

I pubblici ministeri di Manhattan ritengono che il mosaico, che non porta traccia dell’incendio, sia stato rimosso dal museo poco prima delle fiamme o non sia mai stato esposto al museo, ma sia rimasto nella proprietà privata di qualcuno dopo la sua scoperta. Gli studiosi devono ancora determinare perché o come l’opera sia stata ottenuta dalla famiglia italiana che l’ha venduta alla famiglia Fioratti.


Rivista Smithsonian. 1 dicembre 2021.

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.