Matteo Renzi: l’ex premier che ha provocato la crisi di governo in Italia durante la pandemia

Fonte, Reuters

Matteo Renzi, uno degli ex primi ministri che hanno scatenato la crisi di governo in Italia nel mezzo dell’epidemia di coronavirus e della più grande recessione economica dalla Seconda Guerra Mondiale, è accusato di aver portato il Paese nel caos per i propri interessi.

Ieri Matteo Renzi ha rassegnato le dimissioni due ministri del partito Italia Viva da lui guidato, aprendo la strada alla perdita della maggioranza parlamentare del governo di coalizione.

Vivere Italia era tra i partner minori della coalizione i cui partner principali erano il Partito Democratico di centrosinistra e il Movimento 5 Stelle populista.

Il partito, fondato da Renzi quando lasciò il Pd nel settembre 2019, è il partner minore della coalizione, ma con 18 senatori e 30 deputati ha il potere di cambiare gli equilibri di maggioranza in Parlamento. Secondo i sondaggi, invece, se le elezioni si tenessero adesso, Italia Viva otterrebbe solo il 3% dei voti.

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *