Lotta decisiva della Turchia! Migliaia di personale sono stati assegnati alla seconda linea

Al Comando di Gendarmeria Provinciale di Van è stata presentata una presentazione delle misure adottate per contrastare l’immigrazione clandestina e la tratta di esseri umani nelle aree di competenza della Gendarmeria, gli studi effettuati e gli immigrati irregolari arrestati.

Il colonnello della gendarmeria Bülent Baykal, capo del dipartimento per la lotta al traffico di immigrati e alla tratta di esseri umani presso il comando generale della gendarmeria, che ha fatto la presentazione, ha affermato che la lotta all’immigrazione clandestina e alla tratta di esseri umani continua nelle province di confine dell’est e regioni sudorientali dell’Anatolia e in tutto il paese.

Spiegando che rinforzi dalle province occidentali sono stati inviati nella regione per impedire agli immigrati di raggiungere il paese, Baykal ha affermato che i più recenti sistemi tecnologici di imaging, sorveglianza e telerilevamento vengono utilizzati oltre al sistema di barriere fisiche creato lungo il confine.

Riferendosi ai lavori di firewall della Turchia al confine tra Siria e Iran, Baykal ha fornito le seguenti informazioni:

“La costruzione di 1028 chilometri di mura lungo il confine è stata completata, mentre i lavori di muratura continuano per 77 chilometri, 211 chilometri sono in fase di gara. L’impianto di illuminazione è stato completato a 913 chilometri e i lavori proseguono rapidamente a 37 chilometri. L’installazione della telecamera e sistemi di sensori sono stati completati 293 chilometri lungo il confine. Sono state costruite 341 torri elettro-ottiche, sono state installate 284 telecamere termiche.

Evidenziando che il numero di migranti fermati tra il 1 gennaio e il 19 maggio è aumentato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, Baykal ha dichiarato:

“Quello che per noi è importante è intervenire con i migranti irregolari prima che entrino nei confini del Paese. Mentre 26.427 migranti irregolari e 856 organizzatori sono stati catturati nell’area di responsabilità della gendarmeria lo scorso anno, tra il 1 gennaio e il 19 maggio, 48.50 migranti irregolari e 1488 organizzatori sono stati catturati nello stesso periodo di quest’anno, 63 dei quali sono avvenuti nelle province di confine.

– “NOI ABBIAMO FATTO IL NOSTRO SFORZO AL CONFINE”

Sottolineando che l’obiettivo di tutte le forze dell’ordine affiliate al Ministero dell’Interno è impedire a tutti i migranti irregolari di entrare nel Paese con unità di frontiera, Baykal ha affermato che circa 8.500 membri del commando di gendarmeria sono attivamente coinvolti nella lotta contro l’immigrazione irregolare nel province confinanti con Iran e Siria.

Baykal ha affermato che si stanno concentrando sulla lotta al traffico di migranti in seconda linea oltre all’operazione antiterrorismo, e ha continuato come segue:

“1.000 membri del commando di gendarmeria sono stati inviati come rinforzi da altre province. Anche in questo caso, circa 750 membri del Movimento Speciale di Polizia sono stati inviati al confine. 6.372 personale di sicurezza interna della gendarmeria e 28.732 personale di sicurezza sono stati dispiegati dietro il confine nelle province di confine iraniane e siriane. . Stiamo dispiegando i nostri sforzi dietro il confine. Impediamo ai migranti di raggiungere i centri provinciali e distrettuali. C’è uno sforzo molto serio. I migranti utilizzano generalmente letti di fiumi e corsi d’acqua. Van, dove la migrazione è intensa. È stato affermato che era in contatto con organizzazioni criminali. Un migrante va dall’Afghanistan all’Europa attraverso organizzazioni ombrello internazionali. Ogni paese ha parti di questa organizzazione ombrello. Come Comando Generale della Gendarmeria, il nostro obiettivo è combattere attivamente le organizzazioni criminali prevenendo l’immigrato stesso. Un migrante a Kabul dall’Iran e dà una media di $ 10.000 ai trafficanti fino a quando non arrivano in Italia attraverso il nostro Paese”.

Dopo la presentazione sono stati presentati i dispositivi tecnologici utilizzati nella lotta all’immigrazione irregolare.

Le immagini dei momenti di intervento con i migranti irregolari rilevati da droni e telecamere termiche nelle regioni di confine sono state condivise con la stampa dopo la presentazione.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.