L’Organizzazione Mondiale della Sanità annuncia che il numero di casi di vaiolo delle scimmie al di fuori dell’Africa è salito a 257

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha riferito che il virus del vaiolo delle scimmie (monkeypox), che si è diffuso in molti paesi, soprattutto in Europa nelle ultime settimane, ha finora infettato 257 persone in 23 paesi.

Nella dichiarazione rilasciata dall’organizzazione sono state condivise le ultime informazioni sulla diffusione del vaiolo delle scimmie.

Al 26 maggio, è stato riferito che 257 dei casi segnalati al centro dell’OMS da 23 paesi erano stati confermati e 120 casi sospetti erano stati indagati.

L’organizzazione ha annunciato che sono stati segnalati 1.365 casi e 69 decessi in 5 paesi africani dove la malattia del vaiolo delle scimmie è comune. È stato riferito che questi casi sono stati segnalati nel periodo da metà dicembre a fine maggio.

È stato affermato che con l’espansione del monitoraggio del virus, è probabile che il numero di casi aumenti nei paesi endemici e non endemici. L’agenzia ha avvertito che mentre il rischio per la salute pubblica globale è attualmente normale, il rischio potrebbe aumentare se il virus si diffondesse tra i bambini piccoli e le persone immunocompromesse.

I paesi membri dell’OMS sono stati invitati a “fornire informazioni accurate alle persone ad alto rischio di contrarre il virus del vaiolo delle scimmie”, “prevenire la diffusione del virus tra i gruppi a rischio” e “proteggere i lavoratori dalla salute che lavorano sul campo per combattere il virus “.

La maggior parte dei casi in Inghilterra

Secondo la tabella dei casi pubblicata sul sito web dell’organizzazione, ci sono 106 casi in Inghilterra, 49 in Portogallo, 26 in Canada, 20 in Spagna, 12 nei Paesi Bassi e 10 negli Stati Uniti, dove il maggior numero di casi di si osserva il vaiolo delle scimmie. .

In Austria, Belgio, Francia, Finlandia, Svizzera, Israele, Italia e Australia e altri paesi in cui è stato riscontrato il virus, il numero di casi è inferiore a 10.

Il virus del vaiolo delle scimmie, scoperto in Africa e periodicamente emergente dal continente, è stato visto l’ultima volta in Inghilterra il 6 maggio e si è diffuso nei paesi europei nei giorni successivi.

Il vaiolo delle scimmie, classificato come molto raro, è simile al vaiolo, ma i suoi sintomi sono noti per essere più lievi. Durante il processo della malattia, che di solito dura da due a quattro settimane, sul corpo possono comparire macchie e lesioni.

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.