Le richieste di cessate il fuoco si intensificano quando Biden firma un pacchetto di aiuti da 40 miliardi di dollari per l’Ucraina

L’esercito ucraino ha fatto saltare in aria i ponti per costringere i russi a costruire ponti di barche; questa tattica si è rivelata efficace e costosa per l’esercito russo. Le forze militari sono particolarmente vulnerabili agli attacchi di artiglieria mentre radunano soldati, veicoli corazzati e attrezzature mentre cercano di attraversare il confine.

In una lotta per il controllo della regione del Donbass, le forze russe hanno tentato diversi traversate di pontili a Seversky Donets, che è stato visto come un importante passo tattico verso l’obiettivo di circondare una sacca militare ucraina dentro e intorno alla città di Sievierdonetsk.

Secondo le stime degli analisti militari occidentali, l’11 maggio l’artiglieria ucraina ha colpito un pontile di attraversamento con effetti devastanti, distruggendo il ponte, appiccando il fuoco a veicoli blindati su entrambe le sponde del fiume e uccidendo più di 400 soldati. Il ministero della Difesa britannico ha rilasciato dichiarazioni che confermano le informazioni ucraine sull’attacco sulla base di immagini satellitari e filmati di droni aerei pubblicati online.

Indipendentemente dal risultato finale della guerra, nessuno si aspetta che la guerra finisca presto, poiché il leader di ogni paese, in particolare il signor Zelensky, deve rivendicare una sorta di vittoria.

“Per Zelensky, non c’è altro modo che continuare a combattere e rivendicare il territorio perduto”, ha affermato Andrew A. Michta, analista di politica estera e di difesa con sede in Germania. “Nel momento in cui accetta un compromesso, perde la sua credibilità politica di fronte allo spargimento di sangue. Gli ucraini semplicemente non possono fare un accordo per fermare la guerra, quindi sarà una lunga, lunga guerra.

Stephan Erlanger Portato da Varsavia, Andrew E. Kramer Dnipro, Ucraina e Caterina Benhold da Berlino. Anton Trojanowski Ha contribuito con reportage da Istanbul.

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.