La lotta per l’indipendenza iniziata il 19 maggio è stata coronata dalla Repubblica.

Un paese assediato, impossibilità e condizioni difficili sulla strada dell’indipendenza…

Un passo decisivo che guiderà la lotta nazionale e determinerà il futuro della nazione…


Mustafa Kemal aveva rischiato la vita andando a Samsun.

Anche il passo verso la liberazione compiuto il 19 maggio 1919 fu un esempio storico di coraggio. Non è stato possibile iniziare la Guerra d’Indipendenza rimanendo nell’Istanbul occupata. Secondo Mustafa Kemal Pasha, che disse alle forze di occupazione: “Vengono come vengono”, il cuore della resistenza era l’Anatolia…

C’erano molti pericoli da sfidare per la guida della lotta per l’indipendenza.


Ha rischiato la vita sulla strada dell’indipendenza

Il periodo in cui Mustafa Kemal sbarcò a Samsun e iniziò la Guerra d’Indipendenza fu un periodo doloroso per la nazione turca.

La gente era stanca delle guerre ei quattro angoli del paese erano in subbuglio.

Storia della rivoluzione turca Ins. Aiuto Gestore. insegnante. Il dottor Necdet Aysal ha dichiarato: “Ci sono dichiarazioni rilasciate dal governo di Istanbul e dallo stato maggiore in Anatolia in un ambiente pessimista. L’idea è che possiamo sopravvivere se rimaniamo in silenzio nello stato maggiore. Mustafa Kemal Pasha si opporrà agli ordini datogli da Istanbul”, ha detto.

Ogni passo che ha fatto sulla strada per Samsun era rischioso per la sua vita e per i suoi obiettivi.


“Le organizzazioni di intelligence volevano neutralizzare Mustafa Kemal”

Notando che le organizzazioni di intelligence straniere volevano neutralizzare Mustafa Kemal, ha detto:


“I servizi di intelligence sono al momento in funzione. I servizi di intelligence britannici, francesi e italiani sono consapevoli di tutto ciò che sta accadendo. Poiché lo conoscono da Çanakkale e Tripoli, vogliono neutralizzare Mustafa Kemal Pasha e gli altri. C’è una domanda di opporsi alle disposizioni pertinenti del Mondros, e Mustafa Kemal Pasha viene avvertito”.


non si è allontanato dai suoi obiettivi

Aysal ha affermato che mentre Mustafa Kemal si è dedicato alla lotta per l’indipendenza nelle condizioni di occupazione, ha anche agito con cautela di fronte alle minacce.


“Devi mostrare un passaporto per navigare da Istanbul a Samsun verso il Mar Nero, e ci sono gruppi segreti coinvolti nella lotta nazionale, che sono dalla parte di Mustafa Kemal. Ad esempio, Karakol Association Felah Group, Hamza National Group Mustafa Questi proteggono Kemal Pasha”.

Tuttavia, nessuna di queste condizioni ha distratto Atatürk dai suoi obiettivi. Perché la sua lotta era basata sulla volontà della nazione turca.


La lotta per l’indipendenza fu coronata dalla Repubblica

Una delle priorità più importanti di Mustafa Kemal Pasha nelle condizioni di armistizio era far credere al popolo anatolico nella liberazione e nell’indipendenza. A questo scopo pubblicò questi giornali, che ora sono negli archivi, e condivise la sua convinzione con la nazione.

La nazione turca è diventata un partner dei suoi ideali, che ha seguito con grande sacrificio e determinazione.

Con fiducia nel futuro, la lotta nazionale è stata vittoriosa. La fiaccola dell’indipendenza, accesa il 19 maggio, è coronata dalla Repubblica.

Novità: Ahmet Cakici

Fotocamera: Fatih Karadavut

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.