Jasmin – Media di gennaio

Ultimi messaggi di Vecdet Dikan (vedi tutto)

I gelsomini dall’aspetto delicato sono stati per anni un simbolo di sentimenti puri, chiari e innocenti. Erano anche simboli di essere belli e attraenti.

Inebriato dal profumo del gelsomino estatico in una notte magica, Cirano anche, pure Bergerac‘di RossanoLe sue invettive, esprimendo il suo amore per Dio, raggiunsero quasi il cielo. Questi tirats, che risalgono ad Arş-ı Ala, hanno lasciato tracce profonde anche nella letteratura.

In Italia, in una notte di luna di sere d’estate, gli innamorati il ​​cui giardino è circondato da fiori ed edera, incantati dal profumo soffocante del gelsomino, cantano fino all’alba sotto la finestra dell’amante…

E un’isola nel Mediterraneo…

Era quasi come se i Gelsomini avessero abitato l’intera isola…

I fiori che sbocciarono nel pomeriggio trasformarono l’isola in una festa dei fiori, l’intera isola fumava gelsomino. Da nessuna parte i gelsomini farebbero così bene come sull’isola. Cipro significava gelsomino.

I gelsomini erano come un filo di perle legato al collo dell’isola…

Amavano l’aria, l’acqua, la terra. Erano felici qui. Moltiplicavano la felicità con ogni fiore che sbocciava. Le case profumate di gelsomino di Cipro… Camminava fino al mare con strade che profumavano di gelsomino, aveva fretta.

Il profumo fumante dell’amante, che avrebbe presto consegnato al marinaio che desidera ardentemente la casa… Nelle calde e umide sere d’estate, gli amanti estatici estatici passeggiavano nei recessi, accompagnati dalla brezza che soffiava di gelsomino. Fai ingelosire le viti…

E Beirut?

Un tempo era la Parigi del Medio Oriente. Era la città del lusso, della comodità e del piacere. Amori magici vissuti in compagnia di Yasemin. Gli amanti hanno camminato mano nella mano per le strade di Beirut lavate con lo shampoo durante le calde e magiche notti.

Sulle montagne del Chouf, il gelsomino accompagnava i cedri e guardava dall’alto Beirut dall’alto in basso. Armi brutali e distruttive echeggiavano per queste strade, come se cercassero di cancellare le impronte degli innamorati. I bambini si svegliavano nel loro mezzo sonno al suono dei cannoni, i gelsomini erano spaventati dall’odore della polvere da sparo che li circondava… Le guerre sono state il nemico eterno, spietato e distruttivo della bellezza e dell’amore. I gelsomini che crescevano in queste strade in rovina salutarono ancora una volta la vita.

I Gelsomini continuarono le loro avventure dalla costa mediterranea al Nord Africa. I fiori di gelsomino in Tunisia erano così belli che loro Hammamet Gelsomino” era stato nominato. Il fatto che il venditore ambulante di gelsomini tunisino si sia bruciato sotto la pressione della polizia aveva suscitato la rabbia popolare, accumulata negli anni, e posto fine a una dittatura con manifestazioni nelle strade.

Yasemin ha anche dato il suo nome a una rivoluzione in Tunisia.

14.05.2021

Fiorello Zito

"Fanatico del bacon esasperantemente umile. Fanatico della musica freelance. Amante del cibo. Scrittore. Studioso di social media estremo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.