Italia: Non abbandoneremo il principio della porta aperta della Nato

Italia: Non abbandoneremo il principio della porta aperta della Nato

Di Maio e il ministro della Difesa Lorenzo Guerini hanno informato i parlamentari sulla crisi ucraino-russa durante la commissione parlamentare paritetica affari esteri e difesa.

Sottolineando che l’Italia non riconosce l’annessione della Crimea ed è favorevole all’integrità territoriale dell’Ucraina, Di Maio ha affermato: “La Nato non può rinunciare al principio della ‘porta aperta’ e agli impegni assunti al vertice di Bucarest del 2008 affinché Ucraina e Georgia concludano un alleanza in futuro, ma non è così a Mosca. “Sappiamo che c’è una linea rossa per questo. D’altra parte, non ha completato le riforme che Kiev doveva attuare per avvicinarsi agli standard della NATO”. usato le frasi.

“PACCHETTO DI MISURE SOSTENIBILI”

Menzionando che ci sono studi nell’Unione Europea (UE) sulla possibilità che la Russia attacchi l’Ucraina, Di Maio ha dichiarato: “Siamo in stretta interazione con i nostri partner per definire un insieme sostenibile, graduale e proporzionale. In Europa si dovranno sostenere gli alti costi di un simile attacco. Stiamo lavorando a un sistema di possibili sanzioni di varia natura e intensità, basato su efficienza e solidità nel comunicare i risultati a Mosca. menzionato.

Il ministro italiano ha anche osservato che Mosca resta indispensabile per garantire il flusso di rifornimenti in tutta Europa.

LA MARINA RUSSA ATTRAVERSA IL CANALE DELLA SICILIA

Di Maio ha anche detto che le unità della Marina russa hanno attraversato la parte di Mar Mediterraneo tra Italia, Tunisia e Malta, che ora è conosciuta come Canale di Sicilia, e stanno monitorando da vicino questo passaggio. .

Riguardo all’offerta della Turchia di mediare nella crisi, il ministro Di Maio ha affermato: “La Turchia ha legami storici con la Russia. L’ambasciatore turco guida la missione di osservazione in Ucraina. Suggeriscono che si possa tenere una riunione tripartita a Istanbul, ma il luogo principale per risolvere questa crisi è l’UE”, ha affermato.

Di Maio ha detto che accoglieranno altri giocatori, ma spera che la Francia e l’UE considerino questo problema.

Il ministro della Difesa Guerini ha anche affermato che la strada principale seguita dal governo italiano e dagli alleati è insistere sul dialogo. Egli ha detto.

Guerini ha detto che dovrebbe lavorare per ridurre le tensioni.




Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.