Inno nazionale italiano: parole e significato de Il Canto degli Italiani…

L’inno nazionale italiano è chiamato “Inno di Mameli” o “Fratelli D’Italia” per via del suo primo verso. In turco è “Inno di Mameli” o “Fratelli d’Italia”.

Il titolo originale dell’inno è “Song of the Italians”.Il canto degli italiani“. Come accennato in precedenza, per la sua apertura, Fratelli d’Italia, i fratelli dall’Italia…

L’inno è più lungo e raramente cantato nella sua interezza. Di solito le prime due parti dell’inno vengono cantate e terminano con un forte “Sì” dopo il ritornello.

La traduzione turca delle due parti dell’inno italiano che di solito vengono cantate è la seguente:

fratelli dall’Italia,
L’Italia si è svegliata
Con l’elmo di Scipione
Lui scosse la testa.
Dov’è Vittoria?
Lascia che abbassi la testa
Divinizzalo
Per averlo fatto schiavo di Roma.

CORALE
Uniamoci al battaglione,
Siamo pronti a morire.
Siamo pronti a morire,
L’Italia ha chiamato.
Uniamoci al battaglione,
Siamo pronti a morire.
siamo pronti a morire
L’Italia ha chiamato, sì!
.
.
.

Quando il Canto degli Italiani è diventato l’inno nazionale?

Il motivo per cui l’inno nazionale italiano si chiama Mameli Hymn è che Goffredo Mameli, che aveva solo 20 anni, lo scrisse nel 1847 mentre combatteva con l’Austria. Quando scrisse l’inno, Mameli si ispirò all’inno nazionale francese, La Marsigliese, e lo inviò al compositore Michele Navaro. Novaro compose Il Canto degli Italiani due mesi dopo, e fu letto per la prima volta davanti a 30.000 persone giunte a Genova a dicembre. La folla si era radunata per celebrare il 101° anniversario della guerra di successione austriaca e per protestare contro l’occupazione straniera del paese.

Mentre le canzoni non fasciste furono bandite durante il regno del dittatore Benito Mussulini; Il Canto degli Italiani è stato tollerato ed eseguito come inno nazionale.

Dopo la seconda guerra mondiale, la canzone è rinata, soprattutto tra gli antifascisti. Nel 1946 fu proclamato l’inno nazionale provvisorio del paese. Era necessario un decreto perché fosse formalmente adottato nella costituzione. Durò 60 anni e nel 2005 fu proclamato ufficialmente l’inno nazionale.

L’inno è rimasto popolare in Italia; tuttavia, la Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Rappresentanti non ha ratificato il disegno di legge Canto degli Italiani, che ha approvato l’inno ufficiale della Repubblica italiana, fino al 2017.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.