Il regista italiano ha ammirato AKM

L’Istanbul State Opera and Ballet (IDOB) ha chiuso la stagione artistica 2021-2022. L’opera “Falstaff” è stata l’ultima rappresentazione dell’IDOB, che ha riunito le opere “L’uomo con la mancia”, “Come sapevi di Don Giovanni” e concerti come Le donne di Puccini e il Bel Canto con gli amanti dell’arte per tutta la stagione. La rappresentazione dell’opera, l’ultimo capolavoro di Giuseppe Verdi, ha incontrato il pubblico la sera prima presso il centro culturale Atatürk-Türk Telekom Opera Hall.

ACUSTICA DA FASE MOLTO BUONA
Ambientato nell’Inghilterra del XIV secolo, lo spettacolo raffigurante le relazioni divertenti di uno dei personaggi più divertenti di Shakespeare, il grasso mascalzone Falstaff, ha conquistato l’ammirazione degli amanti dell’arte. Renato Bonajuto, che era il regista dell’opera, si rivelò invece un vero amante di Istanbul. Bonajuta, che è venuto a Istanbul per la quarta volta, ha dichiarato: “Ho lavorato solo a Istanbul in Turchia. Ho trovato IDOB molto bravo come tradizione.

Ogni volta, c’era una compagnia d’opera che se la cavava molto bene prima di me. Mi sembrava di essere in Italia. Ho visto la passione per il lavoro svolto qui”, mentre ha anche elogiato AKM. Il regista italiano ha dichiarato: “Ho lavorato in molti teatri moderni. Il palco qui ha un design molto buono e realizzato con gusto. Anche l’acustica è molto buona, ovviamente, dato che è in legno. In altre parole, un giorno, vorrei sfruttare tutte le possibilità tecniche che questa scena darà in un’opera. È un grande piacere per me salutare questo traguardo con questo lavoro”.

FILM MISTERIOSO IN ERTAŞ
Continua il mistero del film “Garip Bülbül Neşet Ertaş”, che sarà girato nel nome del famoso poeta Neşet Ertaş. Il produttore ha fatto affidamento sull’intervista di Ertaş a un canale televisivo in merito alle riprese che la famiglia non aveva autorizzato e ha annunciato che la corte aveva deciso di iniziare le riprese. Tuttavia, la famiglia ha rilasciato ieri una dichiarazione in cui afferma che nella suddetta intervista non c’era alcuna dichiarazione che il film di Ertaş potesse essere girato, stava parlando del libro e il caso è ancora in corso.

‘IL NOSTRO CONTINUA’
Nella dichiarazione pubblicata firmata dalla moglie Nigâr Leyla Ertaş, dai suoi figli Döne Ertaş, Hüseyin Ertaş e Canan İlhan, “Il film, girato senza il nostro permesso e senza la nostra approvazione, sarà il soggetto della vita del compianto Neşet Ertaş , in violazione della sua volontà.” La notizia sulla stampa che la nostra causa, che abbiamo intentato per impedire il ricorso a procedimenti esecutivi, non riflette la verità. Il nostro caso è ancora allo stadio del tribunale locale. La decisione della Corte d’Appello, che si è riflessa sulla stampa, riguarda solo l’annullamento di un’ingiunzione precedentemente emessa dal tribunale locale”, ha affermato. Produttore, Pr. Dr. Il film, che Erol Parlak sta tentando di adattare dal suo libro, si sta dirigendo verso un evento simile al cinema mentre è ancora in fase di pianificazione. Sembra che più acqua scorrerà sotto questo ponte.

GALEONE DELLA CULTURA ‘RESPLENDENTE ESPOSIZIONE
Situato a Taş Konak, che ha un significato storico e architettonico a Nişantaşı, Kalyon Kültür continua a riunire gli amanti dell’arte con diverse mostre. La mostra personale più completa di Jonathan Monaghan, uno dei nomi più importanti al mondo nelle arti visive, fino ad oggi.

‘Şaşaa’ ha aperto i battenti il ​​giorno prima a Kalyon Kültür. Curata da Ceren e Irmak Arkman, la mostra durerà fino al 27 agosto.

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.