Il presidente del Consiglio Draghi propone un “federalismo pragmatico” per il futuro dell’UE

Secondo le notizie dell’Agenzia Anadolu;

BRUXELLES (AA) – Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha avanzato proposte come “federalismo pragmatico”, “maggiore integrazione” ed “espansione verso est”, affermando che le istituzioni esistenti dell’Unione Europea (Ue) sono insufficienti per la crisi attuale e che il gli accordi fondativi possono essere rivisti se necessario.

Draghi ha partecipato alla sessione dell’Assemblea Generale del Parlamento Europeo convocata a Strasburgo.

Sottolineando che la guerra in Ucraina è una delle più grandi crisi che l’UE ha dovuto affrontare e che colpisce tutti i settori, dall’economia alla sicurezza, Draghi ha affermato che le istituzioni dell’UE hanno servito i cittadini negli ultimi decenni, ma ora sono inadeguate.

Esprimendo che l’UE ha bisogno di un federalismo pragmatico che copra tutti i settori, Draghi ha affermato: “Se è necessario l’avvio di un processo che porti a una revisione degli accordi, dovremmo adottarlo”. Egli ha detto.

“La guerra contro l’Ucraina ha messo in discussione la pace nel nostro continente, che è la più grande conquista dell’UE”. Draghi ha affermato che la priorità è raggiungere un cessate il fuoco e che l’Europa dovrebbe svolgere un ruolo nel dialogo tra Ucraina e Russia.

Draghi ha sottolineato il suo sostegno affinché i Balcani occidentali e l’Ucraina diventino membri dell’UE il prima possibile.

Sottolineando che la guerra che l’Europa sta affrontando, l’aumento dei prezzi dell’energia e la crisi dei rifugiati hanno costretto l’UE ad accelerare il processo di integrazione, Draghi ha affermato che per un'”Europa che può prendere decisioni tempestive” è necessario andare oltre il principio del consenso e passare a un sistema a “maggioranza qualificata”.

Draghi ha sottolineato che per ottenere l’indipendenza energetica dalla Russia, l’Italia sosterrà tutti i tipi di sanzioni legate all’energia contro questo Paese e la sua durabilità, e prenderà tutte le decisioni necessarie per difendere la sicurezza energetica dall’Europa.

Disclaimer legale:

Tutti i diritti di notizie pubblicate, rubriche, fotografie, serie di articoli e tutti i tipi di opere appartengono a Mirajans Medya İletişim Reklam Haber ve Proksiyon A.Ş. Anche indicando la fonte, l’intera opera non può essere utilizzata senza un permesso speciale.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.