Il presidente del Consiglio Draghi al vertice dei leader del G7:

Secondo le notizie dell’Agenzia Anadolu;

ROMA (AA) – Ci saranno fabbisogni energetici a breve termine, che richiederanno importanti investimenti nelle infrastrutture del gas nei paesi in via di sviluppo e altrove, ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi.

I leader hanno rilasciato un comunicato stampa congiunto durante il vertice dei leader del G7 tenutosi a Palazzo Elmau, nello stato bavarese della Germania.

“I paesi di questo gruppo sono stati i maggiori donatori che hanno aiutato i progetti di investimento nei paesi in via di sviluppo. Dobbiamo fare ancora di più e vogliamo essere ampiamente accettati nella collaborazione con i paesi in via di sviluppo in questo sforzo”, ha affermato il Primo Ministro italiano Draghi. disse.

Esprimendo che le banche multilaterali di sviluppo e in particolare la Banca mondiale saranno ulteriormente mobilitate con il settore privato, Draghi ha osservato che a questo proposito dovrebbe essere compiuto un ampio sforzo di partenariato con i paesi in via di sviluppo.

Concentrandosi su energia e salute, che sono tra le aree in cui verranno realizzati progetti di investimento, Draghi ha dichiarato: “Nella situazione energetica attuale, è chiaro che avremo fabbisogni a breve termine che richiederanno importanti investimenti nel gas infrastrutture dei paesi in via di sviluppo e Ma dobbiamo essere sicuri di poter trasportare l’idrogeno con queste infrastrutture. Queste sono esigenze a breve termine per molto tempo. È anche un mezzo per conciliare le esigenze climatiche a lungo termine. Egli ha detto.

Esprimendo che molti paesi in via di sviluppo e il continente africano sono estremamente adatti per investimenti nelle energie rinnovabili, Draghi ha osservato che i loro paesi dovrebbero finanziare molti progetti di investimento in questo campo.

Esprimendo che l’Unione Europea (UE), gli Stati Uniti, il Canada e il Giappone sono di gran lunga i maggiori donatori di vaccini quando si tratta di vaccini, Draghi ha affermato che i paesi africani e altri continueranno i loro sforzi per produrre vaccini sul proprio territorio e per garantire che i vaccini sono facilmente accessibili al pubblico.

D’altra parte, secondo la stampa italiana, Draghi, nel suo discorso alla prima sessione dei leader del G7, ha affermato che dovrebbero ridurre la loro dipendenza energetica dalla Russia. Esprimendo che dovrebbero evitare gli errori commessi dopo la crisi del 2008, Draghi ha avvertito che la crisi energetica non dovrebbe portare a un ritorno al populismo.

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.