Il ministro degli Esteri russo Lavrov ha parlato alla televisione italiana:

Secondo le notizie dell’Agenzia Anadolu;

ROMA (AA) – Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha detto di non avere intenzione di intensificare le operazioni in Ucraina per concludersi il 9 maggio, anniversario della sua vittoria sui nazisti durante la seconda guerra mondiale.

Lavrov ha fatto valutazioni sulla guerra russo-ucraina sul canale televisivo italiano “Rete 4”.

Riguardo alla notizia che la Russia porrà fine alla guerra in Ucraina il 9 maggio, quando vinse i nazisti nella seconda guerra mondiale, Lavrov disse: “La Russia segnerà il completamento dell’operazione speciale in Ucraina fino al giorno della vittoria sul nazismo. 9 maggio.” “I nostri soldati non adatteranno artificialmente le loro azioni a una certa data. Il ritmo dell’operazione in Ucraina dipende in primo luogo dalla necessità di ridurre al minimo i rischi per la popolazione civile e per l’esercito russo”.

Difendendo che la presenza nazista in Ucraina non può essere negata e che alcuni soldati ucraini hanno tatuaggi di simboli nazisti sui loro corpi, Lavrov ha detto: “(Il presidente ucraino Vladimir) Dicono che Zelensky fosse ebreo. Per me Hitler aveva anche radici ebraiche. i più grandi antisemiti sono gli ebrei. fa il suo commento.

Sergey Lavrov ha anche affermato di aver evitato la guerra nucleare, ma non ha sottovalutato questo rischio.

Il ministro degli Esteri russo ha affermato che “kiev ha sabotato i colloqui di pace con la Russia”.

Disclaimer legale:

Tutti i diritti di notizie pubblicate, colonne, fotografie, serie di articoli e tutti i tipi di opere appartengono a Mirajans Medya İletişim Reklam Haber ve Proksiyon A.Ş. Anche indicando la fonte, l’intera opera non può essere utilizzata senza un permesso speciale.

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.