I leader del G7 annunciano ulteriori misure contro la Russia e raccolgono fondi per combattere la fame

-Getty Pictures

Ulteriori misure contro la Russia sono state annunciate nella dichiarazione finale del vertice del G7 ed è stato creato un fondo di 4,5 miliardi di dollari per combattere la fame nel mondo.

I vertici di Stati Uniti, Germania, Inghilterra, Italia, Francia, Giappone e Canada, nella dichiarazione finale rilasciata dopo il vertice in Germania; “Ribadiamo la nostra condanna dell’attacco illegale e illegittimo della Russia all’Ucraina”, ha affermato.

Les dirigeants des pays dotés des sept économies les plus développées du monde ont décidé de réduire davantage leur dépendance vis-à-vis de la Russie en matière de technologie nucléaire civile et de produits connexes et d’aider les pays à diversifier leurs sources d’ approvvigionamento.

La dichiarazione finale recitava: “Valuteremo l’opzione di un eventuale divieto totale di tutti i servizi che contribuiranno al trasporto del petrolio russo via mare, a meno che non venga acquistato al di sotto del prezzo concordato con i nostri partner. I paesi del G7 invitano tutti i paesi che desiderano partecipare a questa fase.

“Intensificheremo i nostri sforzi per risolvere il problema dei fertilizzanti”

I leader del G7 hanno anche concordato un fondo di 4,5 miliardi di dollari per combattere la fame e hanno deciso di intensificare gli sforzi per consentire agli agricoltori ucraini di svolgere le loro attività e risolvere la carenza di fertilizzanti.

La dichiarazione ha anche invitato coloro che hanno accumulato scorte a offrire cibo in vendita, sottolineando la determinazione a mantenere aperti i mercati agricoli.

I leader del G7 hanno inoltre deciso di ridurre il sostegno pubblico al settore dei combustibili fossili entro la fine del 2022, salvo circostanze eccezionali.

I leader hanno anche sottolineato la loro determinazione a trasformare il settore energetico in un business a “zero emissioni di carbonio” entro il 2035.




Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.