Dov’è la nave di perforazione Abdulhamid Han? La visione del potere è il potere del popolo | Tevfik Kadan

È stata annunciata la prima posizione della missione della nave di perforazione Abdülhamid Han. Questa nave di perforazione di 7a generazione, in grado di perforare anche nella Fossa delle Marianne di 10.994 metri, che è il punto più profondo del mondo; Per ora le attività di perforazione saranno svolte nel pozzo Yörükler-1, nel Golfo di Antalya, a 29 miglia (55 km) al largo di Gazipaşa, in una posizione che non rafforza le nostre pretese di sovranità, ai confini del Siviglia mappa imposta alla Turchia. E se troviamo benzina con questo lavoro che durerà 2 mesi… Raggiungeremo una ricchezza che potremo trasportare velocemente a terra in un punto molto vicino alle nostre coste. Ridurremo la nostra dipendenza energetica, chiuderemo il nostro disavanzo delle partite correnti e raggiungeremo una relativa prosperità. E dopo ?

RIDEFINISCI I CONFINI

La questione dell’andare in mare aperto; Al di là dell’uso delle risorse di idrocarburi, c’è la lotta per diventare una potenza mondiale. Mantieni le coste, proteggi le rotte commerciali, raggiungi le zone di crisi, usa la diplomazia navale e delle ganboat, hai un potere d’attacco secondario, affronta le minacce future, vai oltre, immergiti più a fondo…

Sfortunatamente, la Turchia non è riuscita a uscire dalla mappa di Siviglia, che è imprigionata nel Golfo di Antalya dal 22 dicembre 2020. Mustafa Kemal, durante l’apertura del quinto mandato della Grande Assemblea Nazionale della Turchia il 1 novembre 1937 , disse: “Il confine di una nazione le cui terre sono il mare su tre lati traccia il confine della potenza e del talento del suo popolo. “Purtroppo, la visione del governo oggi è molto indietro rispetto al potere e alla capacità del popolo… Altrimenti, chi chiamerebbe una nave da trivellazione Abdulhamid Han?

LA DIREZIONE DEL VENTO NON DETERMINA IL PERCORSO

Abdulhamid Han, noto anche come il “Sultano Rosso”, è noto per il suo odio per la marina. Sebbene ci siano stati alcuni sforzi per cambiare questo negli ultimi anni; Memorie dell’epoca, registri della nave, registri dei cantieri navali e libri correlati mostrano che Abdulhamid Han confutò ufficialmente la marina. Era già falso che questo nome partecipasse alla lotta della Patria Azzurra; Altrettanto importante era l’area in cui era stata inviata la nave. Tuttavia, la graduale perdita del controllo marittimo degli Stati Uniti è un’occasione d’oro per guadagnare posizioni avanzate contro l’egemonia. La situazione politica plasmata dalla situazione economica mondiale e dalla crisi alimentare è estremamente favorevole per fare un passo nella Patria Blu. Ma molto più importante di queste è la dedizione a questa verità: non è la direzione del vento a determinare la rotta, ma l’angolo della vela, la pala del timone.

LA DOMANDA DEL GOVERNO È RICERCATA PER PRESUNTO DOMINIO

Il diritto marittimo internazionale attribuisce particolare importanza alla prassi dello Stato nella registrazione della sovranità. Le attività delle navi da guerra, in particolare la marina, non sono coperte dalle forze dell’ordine statali. Perché la marina di qualsiasi Paese ha il diritto di venire a svolgere in qualsiasi momento esercitazioni in aree situate al di fuori delle acque territoriali e dette ‘open water’. In effetti, in questi giorni la Marina russa conduce spesso veri e propri addestramenti di artiglieria sulla piattaforma continentale turca. Tuttavia, lo svolgimento dell’attività sismica/di perforazione è interamente subordinato all’autorizzazione dello Stato sovrano costiero. Pertanto, se rivendichi la sovranità su un’area d’acqua, devi attuare le pratiche statali in quell’area. Anche se alla fine della giornata i cannoni esplodono, è bene rimanere su un terreno legittimo.

Le attività di perforazione, interrotte durante il processo pandemico nel Mediterraneo orientale, sono riprese dopo 2 anni. Anche i giganti globali dell’energia hanno fissato l’orario di lavoro quest’anno. Entro la fine dell’anno dovrebbero essere perforati numerosi nuovi pozzi. Grafici critici 5, 6 e 10.

UN ESEMPIO ECCEZIONALE: LA PERDITA DELLA CROAZIA

Ad esempio, nel Tribunale Arbitrale relativo alla controversia sui confini marittimi tra Croazia e Slovenia, ai croati viene chiesto: “Hai mai dichiarato una zona economica esclusiva nell’area di cui rivendichi la sovranità?” Hai fatto una pratica di governo? Quando le risposte sono no, emerge la precedente decisione, in cui la Croazia ha subito una grande perdita. Nelle analisi fatte contro la Croazia nella decisione del tribunale, si sottolinea più di una volta che la Croazia non ha dichiarato una zona economica esclusiva e non ha attuato pratiche statali. Questa situazione appare come un fattore negativo per la Croazia e pone le basi per la decisione sfavorevole. Ora possiamo chiedere al governo: avete dichiarato una ZEE nel Mediterraneo orientale? Hai fatto richieste al governo?

È ORA DI ANDARE AL CONFINE LIBICO?

Allora dove dovrebbero essere condotte queste attività di perforazione?

Ricordiamo: nella lettera che la Turchia ha inviato alle Nazioni Unite il 18 marzo 2019, «la Turchia ha interessi nella regione compresa tra il meridiano orientale a 32 gradi, 16 minuti, 18 secondi e il meridiano occidentale a 28 gradi». disse; “Anche a ovest di 28 gradi di longitudine è essenziale per le restrizioni successive”. aveva dichiarato. Successivamente, con l’accordo firmato con la Libia, il confine occidentale è stato letteralmente disegnato e la zona marittima è stata estesa a 26 gradi 19 minuti e 11 secondi. A seguito di questo accordo, TPAO ha richiesto una licenza per attività di esplorazione e perforazione sismica nella regione tra 26 e 28 gradi di longitudine. Sono state determinate 7 nuove aree di concessione ed è stata aperta la gara. Tuttavia, nessuna licenza è stata concessa alla TPAO, che ha vinto la gara, dal 30 novembre 2020. In questo caso, non ci si può aspettare che la TPAO invii navi nella regione senza licenza. In effetti, sappiamo che anche il Dipartimento dell’Energia è disposto. Ma viene da chiedersi chi abbia ostacolato questo lavoro e con quali motivazioni. Inoltre, mentre anche Grecia ed Egitto sono venuti e hanno raggiunto un accordo sul nostro accordo… Non crede che sia ora di andare al confine libico?

SOLDI PER DICHIARARE NAVTEX?

D’altra parte, da anni si parla di pirateria moderna a Cipro. Amministrazione greco-cipriota di Cipro meridionale; Ignorando la parità di diritti della TRNC sull’isola e violando la piattaforma continentale turca, ha distribuito le cosiddette licenze ai giganti energetici globali. Dalla francese Total all’italiana ENI, dalla americana Chevron alla ExxonMobil, dalla sudcoreana KOGAS alla Qatar Petroleum, ci sono tutti. È vero che li abbiamo parzialmente bloccati con la nostra marina, ma perché non mandiamo una nave da esercitazione e ci lavoriamo? Inoltre, non noleggiamo una nave alla TRNC e batteamo bandiera? Non costringiamo i giganti dell’energia a rivolgersi alla parte turco-cipriota come interlocutori. È denaro dichiarare NAVTEX sui pacchi 1, 4, 5, 6 e 7? Scusate ma; Il Mediterraneo orientale è un fronte che non possiamo evitare di aprire!

ABBIAMO SORPRESO ANCORA IL GRECO

Francamente, anche il nemico sembra contento delle nostre decisioni. La stampa occidentale elogia il governo, mentre il duo greco-greco è sconcertato. Anche la sceneggiatura più leggera che hanno scritto per giorni non è stata realizzata. Ad esempio, Pentapostagma descrive l’evento come segue: “Il punto scelto per la perforazione ha smentito tutti gli scenari dei tecnocrati turchi e greci”. Così ancora una volta possiamo provare la gioia di lasciare che il duo greco/greco si perda. Bene, davvero; Se non combattiamo mai, saremo mai invincibili? Non la pensiamo così.

Gaetana Capone

"Appassionato di TV. Fanatico del bacon certificato. Esperto di Internet. Appassionato di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.