Dopo la guerra in Ucraina, l’Italia cerca di rafforzare la sua cooperazione con il Qatar nel campo dell’energia

Accelerando gli sforzi per soddisfare la domanda di gas dopo lo scoppio della guerra russo-ucraina, il governo italiano sta cercando di rafforzare la cooperazione energetica con il Paese del Golfo, il Qatar.

In questo contesto, il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio ha visitato oggi il Qatar.

Condividendo sul suo account Instagram prima della partenza per Doha, Di Maio ha affermato che in relazione alla guerra in Ucraina si sarebbe recato in quel Paese per incontrare le autorità del Qatar al fine di rafforzare la cooperazione tra Italia e Qatar nel settore energetico.

Nel comunicato diffuso dalla Farnesina, si informava che alla visita di Di Maio aveva partecipato il presidente del gruppo energetico italiano Eni, Claudio Descalzi, e che i due avrebbero avuto colloqui ad alto livello in Qatar questo fine settimana.

Si segnala che l’Italia, che per il gas naturale dipende per il 40% dalla Russia, ha intensificato i contatti con i principali fornitori di gas naturale liquefatto (GNL) che sono Algeria e Qatar al fine di diversificare le proprie risorse energetiche a causa della Russia- Guerra ucraina.

Il 28 febbraio il ministro Di Maio ha tenuto colloqui in Algeria con argomenti simili all’ordine del giorno.

Nel frattempo, il primo ministro italiano Mario Draghi ha avuto una conversazione telefonica con l’emiro del Qatar, lo sceicco Tamim bin Hamed al-Thani.

Nella dichiarazione del presidente del Consiglio italiano, si legge che Draghi ha parlato al telefono con lo sceicco Tamim, oggi emiro del Qatar, e ha affermato: “Durante lo scambio di idee, l’accento è stato posto sulla valutazione dell’ottimo accordo di partenariato bilaterale, cooperazione energetica e la crisi in Ucraina, che si è rafforzata costantemente nel corso degli anni”. è stata usata l’espressione

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.