Domanda shock per i presidenti di Juventus e Napoli – TRT Sport

Secondo quanto riportato dalla stampa italiana, le sanzioni richieste agli interessati sono state determinate nell’ambito dell’indagine disciplinare svolta dalla Procura sportiva della FIGC nei confronti di 11 società e 61 dirigenti.

È stato riferito che la procura sportiva, che ha stabilito che alcuni trasferimenti sono stati registrati con valori esorbitanti per aumentare artificialmente i bilanci del club, ha chiesto una squalifica di 12 mesi per il presidente della Juventus Agnelli, 8 mesi ciascuno per Juventus Vice Il presidente Pavel Nedved e l’amministratore delegato della Juventus Maurizio Arrivabene.

Anche Fabio Paratici, che è stato per diverso tempo direttore sportivo della Juventus e che attualmente continua a lavorare come direttore sportivo del Tottenham, una delle squadre della Premier League inglese, è diventato la persona a cui è stata chiesta la squalifica più lunga con 16 mesi e 10 giorni.

Nelle indagini è stata chiesta la squalifica di 11 mesi e 5 giorni per il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis per il suo ruolo nell’ingiusta plusvalenza durante il trasferimento dell’attaccante nigeriano Victor Osimhen dall’Olympique Lyons al Napoli.

Contestualmente, nell’ambito dell’istruttoria, oltre alle sanzioni per la privazione dei diritti, sono state chieste sanzioni anche diverse per i club citati nell’inchiesta.

La stampa italiana ha scritto che dopo le condanne richieste dall’accusa, i club e le parti interessate si difenderanno e che la decisione dovrebbe essere presa la prossima settimana.

La FIGC ha annunciato il 2 aprile di aver sanzionato club Juventus, Sampdoria, Napoli, Genoa, Empoli, Pro Vercelli, Parma, Pisa, Chievo Verona, Novara e Pescara e 61 dirigenti in un’indagine sui movimenti finanziari relativi ai trasferimenti di giocatori.


I conti finanziari della Juventus sotto il controllo della Procura di Torino

Oltre all’indagine della stessa FIGC, la Procura di Torino svolge da maggio un’indagine giudiziaria separata contro la Juventus, denominata “Prisma”. Nell’ambito di questa indagine, nei mesi di novembre e marzo sono state effettuate perquisizioni negli uffici collegati al club.

In questa indagine, sono indagati i trasferimenti del club bianconero tra il 2019 e il 2021 e i pagamenti relativi agli stipendi dei giocatori durante il periodo della pandemia per sospetta irregolarità finanziaria. Nell’ambito delle indagini sono stati convocati dall’accusa alcuni dirigenti del club bianconero e calciatori Paulo Dybala, Alex Sandro e Federico Bernardeschi.

Elite Boss

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.