Cicloturismo Italia: Dopo il primo giorno

Al via la 105a edizione del Giro D’Italia, a cui hanno partecipato 176 atleti provenienti da 22 squadre. Dopo la prima tappa del tour di tre settimane, che durerà in totale 21 giorni, Mathieu van der Poel ha vinto la tappa di apertura.

Nella 105a edizione del Giro d’Italia, la prima tappa di 195 chilometri da Budapest a Visegrad è stata vinta da Mathieu van der Poel dell’Alpecin-Fenix.

Fase del profilo 1

Il 27enne ciclista belga Mathieu van der Poel del team Alpecin Fenix ​​​​ha vinto la tappa inaugurale di 195 chilometri, con partenza a Budapest e arrivo a Visegrad. Al termine della tappa, che ha visto l’arrivo dello sprint, l’ultima curva prima del traguardo è stata teatro di momenti drammatici. A pochi metri dal traguardo è arrivato in lacrime Caleb Ewan, che ha perso la possibilità di salire sul podio dopo essere rimasto coinvolto in un incidente, mentre secondo è arrivato l’eritreo Biniam Girmay di Intermarche-Want-Gobert. Lo spagnolo Pello Bilbao del Bahrain-Victorius è stato l’ultimo a completare il podio.

Gli ultimi momenti di scena e le lacrime di Caleb Ewan:

Messaggio di Caleb Ewan questa mattina:

Con la vittoria di tappa Mathieu van der Poel ha vinto la classifica generale (maglia rosa), la classifica sprint (maglia ciclamino) e le maglie della classifica arrampicata. Nella classifica giovanile il titolare della maglia bianca era Biniam Girmay.

Momenti salienti degli ultimi 50 chilometri della tappa:

A 40 chilometri dalla fine: I ciclisti italiani Mattia Bais e Filippo Tagliani sono entrati negli ultimi 40 chilometri dopo il breakout e hanno aumentato il divario tra loro e il gruppo a 1 minuto e 20 secondi.

Mancano 25 chilometri: Il gruppo non ha ancora attaccato Bais e Tagliani, ma il vantaggio è stato ridotto a 30 secondi.

Con 13,7 chilometri rimanenti: Guidato da UAE Team-Emirates, Eolo-Kometa ed EF Education-Easypost, il gruppo ha preso il ritmo ed è riuscito a catturare Mattia Bais e Filippo Tagliani.

Con 3,6 chilometri rimanenti: Sebbene Lawrence Naesen del team AG2R Citroën abbia continuato a guidare la corsa di oltre 1 chilometro attaccando, questa fuga è stata catturata anche sotto la guida di Ineos Grenadiers. Nel punto in cui è stato catturato Naesen, a 2,5 chilometri dal traguardo, Davide Ballardini della QuickStep-Alpha Vinyl è rimasto coinvolto in un incidente ed è caduto. Lemnard Kämna di Bora Hans-Grohe ha preso il comando con il suo attacco ed è entrato nell’ultimo chilometro con 7 secondi di vantaggio.

Ultimo miglio: Nell’ultimo chilometro della tappa, i favoriti Richard Carapaz, Caleb Ewan, Mathieu van de Poel, Biniam Girmay e Bauke Mollema raggiungono Kämna e annunciano che finiranno in volata.Negli ultimi metri di gara, uno dei il velocista preferito, Caleb Ewan, è caduto e ha concluso la gara in lacrime. Mathieu van der Poel, invece, è riuscito a vincere grazie al suo solido sprint negli ultimi metri.

Riassunto della prima fase:

Le spiegazioni di Mathieu van der Poel:

Al termine della prima tappa, i primi 10 posti della classifica generale sono stati i seguenti:

Il tour si svolgerà oggi (7 maggio) e proseguirà con la tappa a cronometro Budapest-Budapest di 9,2 chilometri.

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.