Aliyev menzionato in Pandora Documents: The Work of Foreign Powers

Il presidente dell’Azerbaigian Ilham Aliyev ha valutato le accuse su di lui e sulla sua famiglia nei documenti Pandora. Aliyev ha definito i documenti come opera di potenze straniere.

sottoscrivi

Google News

Il presidente dell’Azerbaigian Ilham Aliyev ha affermato che i documenti Pandora, che contenevano significative accuse di corruzione contro di lui e la sua famiglia, erano “opera di potenze straniere”.

Dopo che le accuse sono venute alla luce, Aliyev ha rotto il suo silenzio di 10 giorni in un’intervista al quotidiano italiano La Repubblica. Aliyev ha detto al quotidiano il 13 ottobre che le accuse erano “implicazioni o mezze verità di alcune potenze occidentali volte a distorcere l’immagine dell’Azerbaigian e indebolire la posizione dell’Azerbaigian”.

Nei documenti Pandora è stato affermato che la famiglia Aliyev ha acquistato una proprietà per un valore di $ 700 milioni in Inghilterra.

Nell’intervista, Aliyev non ha risposto direttamente alla proprietà presumibilmente acquistata dalla sua famiglia, ma ha affermato che in generale i suoi parenti hanno successo negli affari, aggiungendo che “non è un segreto per nessuno in Azerbaigian che i miei parenti, i miei familiari siano interessati nel commercio, nella beneficenza, cosa sta succedendo attualmente in Karabakh”.

Affermando che era un uomo d’affari prima di diventare presidente nel 2003, Aliyev ha affermato che non appena è diventato presidente, ha trasferito tutti i suoi affari alla sua famiglia.

Aliyev ha anche affermato che i Documenti Pandora erano una campagna diffamatoria delle forze filo-armene in Occidente che volevano vendicare la guerra dell’Azerbaigian in Karabakh contro l’Armenia l’anno scorso. (LA NOSTRA AGENZIA)

Il nostro canale YouTube per le notizie video sottoscrivi

Berengar Insigne

"Amante del bacon. Pioniere di Twitter. Tossicodipendente di Internet. Appassionato esperto di social media. Evangelista di viaggi. Scrittore. Ninja della birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.