3 agosto 2004: i generali trasformano la riunione dell’EGM in un’arena politica

3 agosto 2004: i generali trasformano la riunione dell’EGM in un’arena politica

I miei generali Dönme hanno continuato a trattare con i loro comandanti uscenti e con il governo. Nello Stato Maggiore c’era quasi la sede di un partito di opposizione.

I generali erano così coinvolti nella politica che Özden Örnek, arrivato al comando delle forze navali, scrisse nel suo diario: “Sembra che si parlerà di più di politica”.

Questa organizzazione illegittima, che si chiamava “Task Force repubblicana”, ha attuato tutti i piani necessari per un colpo di stato che includeva tutte le istituzioni e le organizzazioni. I rettori universitari hanno lanciato una guerra psicologica contro il governo con i loro discorsi.

Il comandante generale della gendarmeria, generale Şener Eruygur, ha presieduto le riunioni segrete tenutesi presso il comando generale della gendarmeria. Perché i generali hanno descritto l’attuale capo di stato maggiore Özkök come “l’uomo del governo che ci ha tenuti occupati”.

L’esempio continua così: mentre aspettavamo l’arrivo del Primo Ministro, abbiamo parlato con Yaşar Pasha per quasi un’ora. Ha detto che il comandante generale della gendarmeria Şener ha fatto trapelare tutte le informazioni al quotidiano Cumhuriyet e loro lo sapevano. (Vatan, 2011)

L’ammiraglio Örnek descrive ciò che ha fatto la giunta che governava lo stato in agosto: “La riunione dello YAŞ è iniziata dal 1 al 3 agosto. (…) RTE è entrata nella stanza con il capo dello stato-maggior generale. Tutti i generali e gli ammiragli del hall né lo salutò né lo sollevò. (…) Çetin Doğan ha pronunciato un discorso in cui criticava il governo”. RTE prende la parola e dice: “Non c’è crisi di fiducia. Lei esagera questo problema, siamo anche contrari all’abuso della religione. Ma perché le nostre forze armate non risolvono questo problema attraverso la magistratura? Vogliamo che il processo di sfratto essere aperto alla magistratura”, ha detto.

Durante la cena il presidente del Consiglio ha voluto stringere la mano al presidente, ma lui ha ritirato la mano. Potrebbe esserci un tale vertice statale? Tutti i generali, capi di stato maggiore, non parlano con il presidente del Consiglio e ne sono sopraffatti. Il Presidente del Consiglio e lo Stato Maggiore Generale, il Presidente del Consiglio e il Presidente sono offesi l’uno dall’altro. (Vatan, 2011)

4 agosto 1922: assassinio di Enver Pasha

Enver Pasha è nato a Istanbul nel 1881. Ha studiato al liceo militare di Soğukçeşme. Si laureò all’Accademia Militare nel 1903 con il grado di Capitano di Stato Maggiore. Fu quindi assegnato alla 3a armata a Salonicco. Fu promosso maggiore nel 1906. Fu un pioniere nella creazione dell’Unione e del Comitato di progresso. II. Enver Pasha, che ha anche svolto un ruolo importante nella proclamazione della monarchia costituzionale, ha ricoperto incarichi importanti nell’Ispettorato generale della Macedonia.

Ha combattuto le forze italiane mentre era a Tripoli. Fu promosso tenente colonnello nel 1912. Partecipò al Raid Babıali organizzato dal Comitato dell’Unione e del progresso il 23 gennaio 1913. Nel 1914 prestò servizio come ministro della Guerra nel governo di Sait Halim Pasha. Dopo la fine della prima guerra mondiale con la sconfitta dell’Impero Ottomano, si trasferì a Berlino con alcuni suoi amici.

Sebbene volesse unirsi alla lotta nazionale iniziata in Anatolia, questa richiesta non fu accolta. Nel 1920 partecipò all’incontro delle Nazioni dell’Est nella città di Baku. Ha affermato di aver avviato il movimento per salvare il Turkestan fondando il Partito del Consiglio di Turchia a Batumi. Tuttavia, subì una grande sconfitta e fu ucciso il 4 agosto 1922, mentre combatteva contro le unità dell’Armata Rossa vicino a Belcivan, in Tagikistan.

4 agosto 2020: Esplosione di esplosivi nel magazzino portuale di Beirut

Il vicepresidente Fuat Oktay, che ha visitato il Libano il 4 agosto dopo l’esplosione di un magazzino contenente esplosivi nel porto di Beirut, ha affermato che il porto di Mersin sarà al servizio del Libano fino al ripristino del porto di Beirut.

Gaetana Capone

"Appassionato di TV. Fanatico del bacon certificato. Esperto di Internet. Appassionato di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.